Diabete, un problema globale

Diabete, un problema globale

 
Epidemiological data indicate that the global number of people diabetes is increasing steadily: According to the WHO, there will be about 400 million diabetes sufferes in the world by 2025!
 
In regions of the Arab countries of North Africa and the Middle East, today, several million people are suffering from diabetes. And, in the next few years, the number is expected to double!
 
CharantiaTea
 
In no other population in the world there has been an increase so sharp, within a single generation, the rate of incidence (new cases per year) of diabetes is twice higher, compared to the rest of the world .
 
This is due to the sudden changes in lifestyle and nutrition caused by globalization. Especially developing countries have rapidly acquired the negative effects of certain behaviors: obesity, sedentary lifestyle, diet incongruous behaviors that represent the major risk factors for chronic diseases such as diabetes mellitus.
 
This ominous picture has prompted the government of Qatar to ask Italy Institutions for help to organize the best strategies aimed at limiting the progression of diabetes in their territory.
 
Diabetes and treatment of severe complications related to it, is at present a global social and economic problem! WHO and UN are promoting policies to curb this "epidemic" in the world.

 

 
I dati epidemiologici mondiali indicano che il numero di persone affette da diabete è in costante aumento: secondo l’OMS, saranno circa 400 milioni i malati di diabete nel mondo entro il 2025! 
 
Nelle regioni dei Paesi Arabi del Nord Africa e in Medio Oriente, ad oggi, parecchi milioni di persone sono affette da diabete. E, nei prossimi anni, il numero è destinato a raddoppiare!
 
EUGLIK-in-Arabo
 
In nessuna popolazione al mondo si è verificato un incremento così netto, entro una sola generazione, del tasso d’incidenza (nuovi casi all’anno) di diabete, due volte più elevato rispetto al resto del mondo.
 
Questo è dovuto agli improvvisi cambiamenti delle abitudini di vita e dell’alimentazione causati dalla globalizzazione. Soprattutto i paesi in via di sviluppo hanno acquisito rapidamente gli effetti negativi di taluni comportamenti: obesità, sedentarietà, dieta incongrua, comportamenti che rappresentano i principali fattori di rischio per le malattie cronico-degenerative come il diabete mellito.
 
Questo minaccioso quadro ha indotto il governo del Qatar a chiedere aiuto all’Italia per organizzare le strategie migliori atte a contenere la progressione del diabete nel proprio territorio.
 
Il diabete e il trattamento delle severe complicanze, ad esso connesse, è allo stato attuale un problema sociale ed economico globale! OMS e ONU stanno promuovendo politiche mirate per frenare questa “epidemia” a livello mondiale.